richiesta sussidi

FORMAZIONE UTS-NES “Il ruolo della Mediazione nello sviluppo dei processi cognitivi”

mediazioneUna delle caratteristiche distintive della scuola italiana è l’attenzione all’inclusione
(Piano di formazione MIUR)

In questi anni si è evidenziata sempre di più l’importanza dell’insegnante come “mediatore” nei processi di apprendimento. L’intervento di mediazione, infatti, favorisce in ogni allievo/a, nella sua specifica individualità, lo sviluppo delle potenzialità per “imparare ad imparare” e risponde all’esigenza di proporre percorsi per soddisfare le esigenze di tutti e di ciascuno.
I temi degli incontri laboratoriali proposti, ognuno della durata di tre ore, fanno riferimento a teorie e metodi che mettono in luce come l’educazione ricopra un ruolo centrale nel favorire lo sviluppo cognitivo ed emotivo di ogni individuo lungo tutto l’arco di vita.
In particolare la formazione si incentrerà sull’ analisi e sulle implicazioni pratiche a livello educativo dei criteri della Mediazione e verranno evidenziati, anche in modo operativo, gli aspetti che concorrono a favorire lo sviluppo del potenziamento cognitivo in particolare in bambini con bisogni educativi speciali.
Le tematiche affrontate forniranno ai partecipanti il presupposto per concorrere a strutturare un ambiente “modificante” che solleciti i giovani alla conquista di una maggiore autonomia e ad una positiva sfida verso la complessità che oggi li circonda.

Obiettivi

  • Fornire i presupposti teorici di una “educazione cognitiva”
  • Approfondire gli aspetti applicativi della mediazione
  • Definire la caratteristiche di un ambiente modificante

Formatrice: Dott.ssa Michela Minuto; laureata in Filocounselor filosofico è responsabile dello Studio Forma, Centro Autorizzato alla Formazione al Metodo Feuerstein ATC I.C.E.L.P – Israele.
Si è perfezionata in Israele nel Metodo Feuerstein e dal 1993 è Additional Trainer per la Formazione Formatori nei workshop internazionali promossi dall’ICELP (International Center for the Enhancement of Learning Potential) diretto da Reuven Feuerstein e ha contribuito alla diffusione del Metodo con pubblicazioni e conferenze.

Destinatari
Docenti di sostegno e curriculari della scuola elementare e media inferiore

Calendario e argomenti:

Mercoledì 11 gennaio 2017 dalle ore 15.00 alle ore 18.00
I criteri di una interazione “mediata” volta a favorire l’autonomia e la flessibilità cognitiva,

Giovedì 19 gennaio 2017 dalle ore 15.00 alle ore 18.00
L’analisi dei livelli di richiesta cognitiva dei contenuti disciplinari per poterli adattare ad un percorso didattico adeguato all’allievo/a

Martedì 7 febbraio 2017 dalle ore 15.00 alle ore 18.00
L’analisi dell’errore come risorsa in relazione al processo di apprendimento-insegnamento
Sono previsti lavori individuali e/o di gruppo, simulazioni, momenti di discussione volti a chiarire gli aspetti operativi.

Luogo: IISS “Gobetti Marchesini Casale Arduino” presso l’aula magna “V. e L. Arduino” – Via Figlie dei Militari 25 – TORINO

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il giorno 06 gennaio 2017 online al seguente link:

LINK

L’elenco degli ammessi sarà pubblicato su questo sito il 08/01/2017.
Saranno ammessi un massimo di 40 iscritti favorendo la presenza di almeno un docente per scuola.

Se impossibilitati a partecipare per cortesia comunicarlo a utsnes@gmca.gov.it

Comments are closed.

In evidenza

corso neo immessi in ruolo

registrazione corsi

questionari gradimento corsi

materiale per i docenti

consulenza dsa bes

consulenza dsa bes

disabilità sensoriali e motorie

scuole polo della provincia