richiesta sussidi

CTS

CENTRO NUOVE TECNOLOGIE E DISABILITA’

Per iniziativa del Ministero della Pubblica Istruzione, che ha dato avvio al progetto nazionale per “Le Nuove Tecnologie e Disabilità” e dell’USR che, con prot. 10393/P/C14 del 2 novembre 2006, ha istituito i centri della Regione Piemonte, è stato possibile creare presso l’ITC Arduino, il Centro di supporto per le Nuove Tecnologie e Disabilità di Torino e Provincia (CTS) che si propone le seguenti finalità :

  • Garantire la fruizione delle tecnologie a tutti gli alunni con disabilità che possono usarle come strumenti personali per l’autonomia e l’integrazione.
  • Permettere che tutte le attività informatiche che si svolgono a scuola, in particolare quelle previste dalla riforma, tengano conto delle esigenze degli alunni con disabilità per favorire la loro integrazione.
  • Intervenire sui fattori di criticità che condizionano l’utilizzo corretto e diffuso delle tecnologie per l’integrazione.

Compiti del Centro di Supporto:

  • Ottimizzare le risorse intervenendo sia nella fase di acquisizione delle attrezzature che nella loro gestione;
  • Fornire assistenza tecnica , ossia aiutare le scuole a risolvere i più comuni problemi di funzionamento e adattamento delle tecnologie alle esigenze dei singoli utenti;
  • Fornire assistenza didattica , ossia aiutare le scuole a utilizzare lo strumento in modo davvero efficace in tutte le attività scolastiche;
  • Curare con la scuola l’ addestramento iniziale dello studente e seguirlo nelle successive azioni volte ad accrescere le sue competenze;
  • Curare la formazione degli operatori con interventi flessibili e mirati, in grado di rispondere anche ad esigenze contingenti.

Nuove tecnologie e disabilità

Il Progetto proposto, il cui oggetto è la valorizzazione del ruolo che le Nuove Tecnologie possono dare all’inserimento scolastico degli studenti disabili, affronta il problema del “dopo”, attraverso l’esplicitazione di una struttura organizzativa permanente (del MIUR), che oltre a gestire l’attuazione del progetto stesso ne gestisce anche le sue ricadute.

Le finalità principali di questo progetto non sono solo quelle di “aggiungere” nuove attività ad attività esistenti o nuove strutture a quelle già preposte ma, piuttosto, valorizzare quanto si sta già facendo e renderlo disponibile in modo diffuso.

In particolare le finalità del progetto sono:

  • Valorizzare le migliori pratiche esistenti e già realizzate (a livello nazionale, europeo ed internazionale) e renderle concretamente disponibili alle scuole e a tutti i docenti che si trovano ad inserire in un gruppo classe uno studente diversamente abile. Ciò viene realizzato costruendo un sistema di documentazione di buone pratiche (CMS o KSS).
  • Realizzare una formazione specifica per gli operatori partecipanti al progetto sulla base di contenuti e competenze stabiliti dal progetto stesso.
  • Incrementare (affiancando i finanziamenti ordinari) la dotazione di hardware e software per l’integrazione scolastica degli studenti disabili.
  • Svolgere azioni mirate di ricerca-azione su alcune disabilità specifiche (disabili ciechi, dislessici, autistici, ed altri) coinvolgendo i soggetti maggiormente qualificati a livello nazionale e internazionale, come scuole, reti di scuole, enti di ricerca, soggetti privati.

Le azioni del progetto, quindi, puntano ad intervenire in modo strutturale sui fattori di criticità che condizionano l’utilizzo corretto e diffuso delle tecnologie per l’integrazione e che a volte riducono l’efficacia degli interventi ordinari del Ministero a favore delle scuole per migliorare l’offerta formativa per gli studenti disabili. Valorizzando le strutture nazionali e territoriali esistenti, il Progetto intende costituire e servirsi, per il raggiungimento dei suddetti obiettivi, di una rete territoriale permanente che consenta di fornire il supporto alle scuole in termini di hardware e software, consulenza e formazione. La rete, con una struttura gerarchica a due livelli (centrale-locale), una volta avviata dovrà essere alimentata dai finanziamenti ordinari per la disabilità.

In evidenza

Buone Pratiche

Dalla parte delle famiglie

corso neo immessi in ruolo

registrazione corsi

questionari gradimento corsi

materiale per i docenti

consulenza dsa bes

consulenza dsa bes

disabilità sensoriali e motorie

scuole polo della provincia