richiesta sussidi

Ammessi al “Corso: Gli strumenti compensativi come strumenti che permettono di strutturare percorsi didattici inclusivi rendendo l’apprendimento più efficace per tutti..” è bloccato Corso: Gli strumenti compensativi come strumenti che permettono di strutturare percorsi didattici inclusivi rendendo l’apprendimento più efficace per tutti..

In allegato l’elenco degli ammessi al corso:

[Elenco ammessi]

Si ricorda che il corso si svolgerà presso l’aula magna dell’IIS Gobetti Marchesini Casale Arduino nelle seguenti date:

10 dicembre ore 15.00-18.00

17 dicembre ore 15.00-18.00

Corso: Gli strumenti compensativi come strumenti che permettono di strutturare percorsi didattici inclusivi rendendo l’apprendimento più efficace per tutti..

OGGETTO: UNITA’ FORMATIVA UTS-NES – RETE PER L’INCLUSIONE
AMBITO: Inclusione e disabilità Priorità tematica 4.5 PNDF 2016-2019
TITOLO: Gli strumenti compensativi come strumenti che permettono di strutturare percorsi didattici inclusivi rendendo l’apprendimento più efficace per tutti..

INIZIATIVA FORMATIVA REGISTRATA SULLA PIATTAFORMA S.O.F.I.A.

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento sono fenomeni emergenti di grande impatto sociale che, se non affrontati  adeguatamente,  provocano spesso conseguenze sul piano psicologico, sociale e lavorativo. La Legge 170/2010 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico,  richiede agli attori che orbitano intorno al pianeta scuola, di attivare interventi tempestivi idonei a individuare i casi di DSA e di praticare una didattica inclusiva per tutti i soggetti in apprendimento. 

OBIETTIVI

  • Chiarire il senso dell’utilizzo degli strumenti compensativi
  • Presentare strategie di didattica inclusiva
  • Presentare gli strumenti compensativi che permettono di strutturare percorsi didattici inclusivi
  • Analizzare gli strumenti che consentono una migliore organizzazione dei contenuti di studio incentivando l’autonomia dello studente 
  • Costruire e utilizzare mappe
  • Presentare App e  piattaforme digitali come possibili strumenti di apprendimento inclusivo

MAPPATURA DELLE COMPETENZE DA ACQUISIRE  

Al termine del percorso il docente dovrà:

  • Conoscere gli strumenti compensativi: quali, quando, come e a chi proporli.
  • Conoscere le misure dispensative: che cosa prevede la legge, quali sono e quando suggerirle.
  • Promuovere la riflessione sulla pratica professionale del docente per una sua rivisitazione in  un’ottica inclusiva.

DESCRIZIONE

L’Unità formativa comprende attività in presenza, lavoro di ricerca, studio e documentazione n rete. (Nota MIUR n.2915 del 15-9-2016). È articolata su un percorso della durata di 6 ORE IN PRESENZA E 4 DI STUDIO INDIVIDUALE ATTRAVERSO LA REALIZZAZIONE DI UN COMPITO DA REALIZZARE ON LINE

PROGRAMMA   

 1° INCONTRO IN PRESENZA 3 ORE DI ATTIVITÀ 

Come strutturare percorsi didattici inclusivi?
Quale valore hanno gli strumenti compensativi
Quali strumenti compensativi utilizzare?
Sono alcune delle domande che si affronteranno durante la lezione in presenza, sottolineando che sempre di più è indispensabile assumere una mentalità da ricercatori di metodi e strategie, riflettendo su forme di didattica estremamente meditate nella loro fase progettuale.

Relatrice: Dott.ssa  Bianchi Maria Enrica

1° FASE: 2 ORE DI STUDIO E ATTIVITÀ

Attività individuale o in piccolo gruppo: elaborazione di una mappa con software free o a pagamento in versione demo in riferimento alla disciplina insegnata. Gli elaborati verranno visionati dal docente ed è poi prevista un’attività di restituzione nell’incontro in presenza successivo.

2° INCONTRO IN PRESENZA: 3 ORE DI ATTIVITÀ IN PRESENZA

Nella prima parte dell’incontro si lavorerà in gruppo sul materiale prodotto. Nella seconda parte si presenteranno ulteriori strategie e strumenti  compensativi nella consapevolezza che  la didattica multimediale e gli strumenti compensativi necessari per aiutare gli alunni con difficoltà di apprendimento si rivelano utili a tutti gli allievi, perché rendono più efficace la pratica didattica, più consapevole il metodo di studio, più duraturi e profondi gli apprendimenti.  

Relatrice: Dott.ssa  Bianchi Maria Enrica

2° FASE: 2 ore di studio e documentazione individuale 

Approfondimenti individuali sul materiale multimediale informatico presentato durante il corso. 

DESTINATARI: docenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado

CALENDARIO DEGLI INCONTRI:

  • Lunedì 10 dicembre 2018 dalle 15.00 alle 18.00
  • Lunedì 17 dicembre 2018 dalle 15.00 alle 18.00

LUOGO: IIS “Gobetti Marchesini Casale Arduino” presso la sede “V. e L. Arduino” – Via Figlie dei Militari 25 – TORINO
Le iscrizioni dovranno pervenire entro il giorno giovedì 6 dicembre 2018 online al seguente

LINK

I docenti interessati possono iscriversi, oltre al nostro form on-line, anche sulla piattaforma S.O.F.I.A.

L’elenco degli ammessi sarà pubblicato venerdì 7 dicembre su questo sito
Si prega di controllare sul sito di essere stati ammessi prima di presentarsi.

Saranno ammessi un massimo di 90 iscritti in base all’ordine di arrivo delle domande e alla presenza di almeno un docente per scuola; sarà data priorità ai docenti delle scuole della Rete per l’Inclusione della Città di Torino. Se impossibilitati a partecipare per cortesia comunicarlo appena possibile a utsnes@gmca.gov.it 

Si prega di dare ampia diffusione dell’iniziativa.
Ringraziando per la consueta collaborazione si porgono i più cordiali saluti

 Il Responsabile dell’UTS-Nes e Rete per l’Inclusione
Prof. ssa Maria De Pietro

Hackathon for disability – concorso di progettazione ausili hardware e software per la disabilità

La scuola Polo Gobetti-Marchesini Casale Arduino sede deI CTS di Torino e Città Metropolitana, dell’UTS-Nes e delle Rete dell’Inclusione, nell’ambito del progetto “Florilegio di buone prassi” relativo al bando MIUR Progetto Inclusione A DM 663 Art.3 C.1 del 24/10/2017 organizza un concorso indirizzato agli istituti secondari di secondo grado di Torino e città metropolitana  che presenteranno progetti innovativi riguardo alla prototipazione e realizzazione di ausili hardware e software per la disabilità al fine di conciliare innovazione e inclusione sociale.

Il concorso, che si configura come un hackathon for disability, è finalizzato a far emergere e facilitare la realizzazione, nonché la diffusione, di soluzioni innovative e utili ad incontrare i bisogni reali dagli studenti, di qualsiasi ordine di scuola, affetti da qualunque forma di disabilità, intesa come qualsiasi diminuzione marcata della qualità della vita a causa di patologie e/o eventi traumatici.

La partecipazione al concorso è rivolta alla comunità scolastica e i gruppi di lavoro dovranno cogliere un bisogno concreto o una necessità specifica di uno studente e orientare il proprio ingegno proponendo una soluzione innovativa.

Una giuria costituita da esperti del settore, associazioni che svolgono azioni di supporto alla disabilità presso le scuole e docenti, selezionerà 10 progetti, tra questi verranno selezionati i 3 progetti più innovativi che saranno premiati con un bene materiale che possa essere di supporto allo sviluppo di ulteriori sperimentazioni didattiche future. Tutti i progetti dovranno essere ben documentati ed entreranno a far parte di una collezione di buone pratiche che saranno rese pubbliche sul sito del UTS Nes-Rete-CTS di Torino e di tutte le organizzazioni partecipanti.

Regolamento di partecipazione

  • E’ possibile presentare massimo 3 progetti per istituto.
  • I gruppi di lavoro potranno essere costituiti anche da allievi di anni diversi ma della stessa scuola.
  • Per poter partecipare al concorso è obbligatoria la presentazione di:
    • relazione tecnica di progetto che mostri tutte le fase di implementazione dell’ausilio con dettagli tecnici;
    • slide di presentazione del progetto.
  • La documentazione dovrà essere inviata entro il 18.01.2019 al seguente indirizzo di posta elettronica ctstorino@gmca.gov.it
  • L’email di accompagnamento degli elaborati dovrà contenere:
    • Nell’oggetto: hackathon for disability – Nome della scuola.
    • Nel testo:
      • Nome della classe/i;
      • Dati della scuola (denominazione, indirizzo completo, telefono, email);
      • Dati dell’insegnante referente (nome e cognome, email, numero di cellulare).
  • L’email di accompagnamento dovrà essere corredata della liberatoria pubblicazione immagini:
    DICHIARAZIONE LIBERATORIA PER FOTOGRAFIE E RIPRESE VIDEO (D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”).
  • Gli elaborati elettronici (documentazione tecnica e slide) non saranno restituiti; il CTS di Torino ne acquisisce tutti i diritti di utilizzazione, riproduzione, pubblicazione e tutti i progetti presentati e le rispettive presentazioni saranno messi a disposizione della collettività scolastica.
  • Gli elaborati potranno essere pubblicati sul Portale Nazionale per l’inclusione scolastica già attivo all’indirizzo http://bes.indire.it/.
  • Nella giornata di presentazione e premiazione dei progetti è obbligatoria la presenza degli allievi che hanno costituito il gruppo di lavoro con almeno 1 docente accompagnatore.
  • Il giudizio della Commissione giudicatrice è vincolante e insindacabile.

Entro il 30.01.2019, la giuria sceglierà n. 10 progetti finalisti e durante la giornata di premiazione (di cui verrà comunicata data alle scuole finaliste nel mese di febbraio 2019), i progetti finalisti saranno presentati dalle studentesse e dagli studenti attraverso appositi pitch, supportati da slide e video di presentazione della durata indicativa di 6’ per scuola (3 minuti di video + 3 minuti di pitching) in cui dovranno mostrare alla giuria e al pubblico l’oggetto hardware o software prodotto.

Al termine di tutte le presentazioni saranno scelti dalla giuria 3 progetti che riceveranno in premio:

  • 1° classificato: 10 kit Arduino
  • 2° classificato: 7 kit Arduino
  • 3° classificato: 3 kit Arduino

Al fine di garantire parità di trattamento a tutti i progetti presentati e loro comparabilità, vengono definiti i criteri a cui la giuria si atterrà:

  • significato dell’impatto prodotto del progetto sulla persona diversamente abile;
  • significatività dell’impatto prodotto del progetto sviluppato sulle competenze degli studenti e integrazione nel curricolo della scuola;
  • potenzialità di sviluppo e ambizione del progetto;
  • fattibilità/realizzabilità/replicabilità;
  • capacità di coinvolgimento della comunità scolastica e locale;

Le lista delle scuole finaliste sarà pubblicata sul sito http://www.necessitaeducativespeciali.it/ a partire dal 30.01.2019.

Per qualunque informazione o chiarimento è possibile inviare una mail all’indirizzo: ctstorino@gmca.gov.it

 

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Maria De Pietro
Firma autografa sostituita a mezzo Stampa
ai sensi dell’art.3, comma 2 del D.L.vo 39/1993

 

Ammessi al corso: DALLA LETTURA DELLA CERTIFICAZIONE ALLA STESURA DEL PDP – PEI IN ICF

In allegato l’elenco degli ammessi al corso:

[Elenco ammessi]

Si ricorda che il corso si svolgerà presso l’aula magna dell’IIS Gobetti M;archesini Casale Arduino nelle seguenti date:

  • venerdì 16 novembre dalle ore 15.30 alle ore 18.30
  • lunedì 19 novembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00
  • giovedì 22 novembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00
  • martedì 27 novembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00
  • lunedì 3 dicembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Ammessi al corso Coding a scuola con BBC micro:bit

In allegato l’elenco degli ammessi al seminario:

[Ammessi al Corso BBCMicroBit]

Si ricorda che il corso si svolgerà: 15/11, 22/11, 26/11, 28/11 dalle ore 15.00 alle 17.30 presso il laboratorio di Informatica IIS Gobetti Marchesini Casale Arduino Via Figlie dei Militari, 25 Torino

 

In evidenza

Buone Pratiche

Dalla parte delle famiglie

corso neo immessi in ruolo

registrazione corsi

questionari gradimento corsi

materiale per i docenti

consulenza dsa bes

consulenza dsa bes

disabilità sensoriali e motorie

scuole polo della provincia